La Giunta regionale ha espresso formale intesa, che andrà notificata al Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture e alle società RFI e FAL, di attribuzione alla linea ferroviaria Bari‐Bitritto della qualifica di infrastruttura ferroviaria nazionale e al trasferimento a titolo gratuito della stessa linea e della sua gestione ad RFI, in quanto gestore dell’infrastruttura ferroviaria nazionale.

Con questo atto si realizza un importantissimo passo avanti verso la definitiva messa in esercizio della linea Bari-Bitritto, realizzata dalla società Ferrovie Appulo Lucane con un investimento complessivo di € 34.686.916,72, lunga 9,162 km, elettrificata e a scartamento ordinario, con tre stazioni a Bitritto, Loseto e Carbonara, attrezzate con aree di parcheggio dotate di bigliettazione train & ride.

Si stima che la sua messa in esercizio possa soddisfare un bacino di utenza di circa 150.000 viaggiatori.

Una volta formalizzata l’intesa da parte della Regione, il MIT provvederà ad adottare gli atti necessari per trasferire concretamente la linea ferroviaria nel patrimonio di RFI. Successivamente si dovrà attendere l’autorizzazione alla messa in esercizio da parte di ANSFISA (Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali), atto necessario alla Regione Puglia per procedere all’affidamento del servizio.

Con lo sblocco della linea Bari-Bitritto verrà implementato un efficiente sistema di metropolitana di superficie e verrà arricchito l’elenco delle infrastrutture per la mobilità sostenibile realizzate con criteri di modernità, efficienza e sicurezza.

Palese nell'800 - Storia di Massimo Maiorano

0460228
Oggi
Ieri
Mese
da Gen 2010
101
164
5268
460228

IP: 3.92.74.105
28-09-2020 12:54

Abbiamo 25 visitatori e nessun utente online

© 2014-2020 Massimo Maiorano. All Rights Reserved.
Il contenuto pubblicato nel sito www.massimomaiorano.it non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 07.03.2001. Le immagini pubblicate su questo portale provengono anche dalla rete o recuperate da quotidiani. Se la loro pubblicazione dovesse violare eventuali diritti d’autore, si prega di comunicarlo all'indirizzo tramite contatto email presente sul sito, verranno rimosse immediatamente. Sito in licenza GNU/GPL.